Ebbene si, se fino a qualche anno fa sembrava impensabile, ecco che nel mercato sono comparsi i robot aspirapolvere con mappatura che puliscono la tua casa in modo impeccabile ed anche davvero veloce.

Il pavimento è la superficie della casa più messa a dura prova ogni giorno.

Polvere, briciole e sporcizia varia si deposita sempre e continuamente rendendo davvero difficile la pulizia perfetta del tutto.

Infatti, il pavimento deve praticamente essere per lo meno aspiratore ogni singolo giorno con una notevole perdita di tempo quando si hanno altre mille cose da fare e magari bisogna anche correre al lavoro.

La tecnologia, però, ci viene in soccorso con degli strumenti e degli elettrodomestici sempre più avanzati.

Aspirapolvere, scopa elettrica, robot aspirapolvere. Insomma, non ci sono davvero scuse per non avere un pavimento pulito.

Tra gli strumenti maggiormente acquistati sembrano esserci proprio i migliori robot aspirapolvere con mappatura.

Ma come funzionano? E sono davvero così conveniente come si vocifera? Scopriamolo insieme.

Robot aspirapolvere con mappatura: caratteristiche ed informazioni

Il pavimento pulito può davvero fare la differenza in una casa.

Può esserci anche un po’ di disordine, ma se il pavimento è bello lucido ecco che tutto prende un’altra luce.

A dire la verità, però, un pavimento pulito non è importante solamente per un fattore estetico ma anche per un discorso di salute ed igiene.

Lo sporco non è mai positivo, soprattutto se in casa ci sono anche bambini ed animali domestici.

Ma allora come fare per avere una casa pulita anche se si ha poco tempo?

Optando per un robot aspirapolvere che fa tutto in maniera autonoma. Ecco qualche informazione in più a riguardo.

Come funziona un robot aspirapolvere con mappatura?

Il robot aspirapolvere è una piccola aspirapolvere compatta che lavora ed aspira in modo del tutto autonomo senza avere bisogno di nessun aiuto umano.

Se i primi robot aspirapolvere già avevano riscosso tanti consensi, il progresso avuto nel settore ha portato alla luce a modelli sempre più precisi ed avanzati fino ad arrivare anche alla mappatura della casa, e quindi ad una pulizia precisa e fatta su misura.

In pratica, al primo utilizzo dovrai inserire la mappatura della tua casa per poi salvarla nella memoria del robot. Il ciò può essere anche automatico.

Una volta fatto questo passo ecco il robot sarà in grado di partire in modo autonomo e pulire ogni singolo centimetro della tua dimora in modo ordinato, preciso e funzionale.

La mappatura, infatti, gli permette di sapere i diversi ostacoli che può incontrare nel suo percorso e calcolare come evitarli senza danneggiare l’azione pulente.

Come avviene la mappatura della casa?

Dopo aver esaminato il robot aspirapolvere con mappatura ci sembra anche giusto approfondire un attimo cos’è realmente questa mappatura e come può essere possibile.

La mappatura della casa può avvenire con due metodologie diverse a seconda del modello prescelto:

  • con il laser
  • con la camera

La mappatura con il laser, in pratica, il robot aspirapolvere spara dei raggi laser che gli permettono di calcolare e rivelare qualsiasi oggetto creando, così, una perfetta mappa.

La mappatura con la camera, invece, è più recente e quindi anche più avanzata.

In pratica il robot aspirapolvere ha una piccola camera con la quale non solo percepisce gli ostacoli ma ne capisce anche l’identità.

Come puoi vedere le tecnologie utilizzate hanno uguaglianze ed anche differenza che possono rendere la pulizia più o meno efficace.

Sicuramente, la mappatura con la camera è molto più precisa.

Mettiamo il caso che vi sia una sedia. Con la camera il robot sarà in grado di pulire anche attorno alle gambe e sotto la seduta. Con il laser, invece, alcuni modelli potrebbero saltare proprio la sedia facendo rimanere lì la polvere sotto la sedia.