11/08/2022
Cucina: come conservare gli alimenti

Cucina: come conservare gli alimenti

Conservare correttamente gli alimenti è fondamentale per mantenere inalterate le caratteristiche organolettiche. Infatti, una conservazione errata di un prodotto può far male alla salute delle persone una volta assunto.

Trovare il posto giusto per riporre i prodotti è necessario per arginare il rischio biologico, come la formazione di muffe o batteri, ma anche di insetti che possono essere molto dannosi per la salute.

Il tipo di conservazione dipende dalla tipologia di alimento. Alcuni tipi di pasta in casa, come ad esempio gli gnocchi di patate, possono essere conservati nel congelatore mentre i legumi secchi possono essere riposti a temperatura ambiente.

Vediamo, quindi, come bisogna conservare gli alimenti.

Regola FIFO, data di scadenza e TMC

I prodotti alimentari si possono suddividere in tre categorie: gli alimenti stabili da conservare a temperatura ambiente, quelli deperibili da riporre in frigo e quelli surgelati o congelati da conservare nel congelatore.

Uno dei criteri per conservare correttamente il cibo è la cosiddetta regola “FIFO”, ovvero “First In, First Out”. La regola del primo che entra è il primo ad uscire ci suggerisce che gli alimenti che acquistiamo per primi dovremo consumarli per primi. Di conseguenza, se abbiamo lo stesso alimento in due confezioni, di cui una è stata acquistata in precedenza o è già aperta dovremo mangiare prima quella e a seguire la confezione acquistata dopo ancora chiusa.

Bisogna poi fare molta attenzione alla data di scadenza e al TMC. La prima rappresenta la data entro la quale il prodotto deve essere consumato.

Invece, il TMC, o termine medio di consumo, è caratterizzata dalla dicitura “Da consumarsi preferibilmente entro il”. In questo caso è consentito consumare l’alimento anche qualche giorno dopo la data riportata.

Come riporre gli alimenti in frigo

Concentriamoci adesso sull’organizzazione del frigorifero per conservare gli alimenti deperibili, ossia quelli che richiedono maggiore attenzione.

Prima di tutto è importante pulire regolarmente il frigo, circa una volta al mese, per evitare la proliferazione dei batteri sulle superfici interne. È consigliabile utilizzare prodotti specifici o prodotti naturali.

La temperatura del frigo deve mantenersi tra i 4 e i 5 gradi, perciò è importante posizionarlo lontano da fonti di calore e non aprirlo o lasciarlo aperto troppo a lungo.

I ripiani superiori sono ideali per riporre latticini e alimenti a base di creme e panna, le uova, gli alimenti da conservare dopo l’apertura in frigo e i cibi cotti. Invece, nei ripiani più in basso possiamo conservare la carne e il pesce.

Attenzione perché il pesce va consumato fresco, entro le 24 ore dall’acquisto. La carne, invece, può essere conservata fino a 3 giorni, ma dipende dalla tipologia di carne.

Nel cassetto riponiamo frutta e verdura mentre al lato, nei ripiani dello sportello, possiamo riporre burro e bibite.

È molto importante non riporre in frigo alimenti ancora caldi che potrebbero creare condensa e danneggiare gli altri cibi.

Per mantenere il frigorifero sempre in ordine e i cibi lontani dai batteri è consigliabile utilizzare contenitori ermetici, sempre puliti e dotati di coperchio. In alternativa, è anche possibile optare per pellicole o fogli di alluminio.

Gli alimenti nel congelatore

Come abbiamo anticipato, nel congelatore andranno tutti gli alimenti surgelati e congelati. Ma qual è la differenza tra i due?

I prodotti congelati sono quegli alimenti che, per essere conservati più a lungo, vengono posti nel congelatore per poi essere scongelati prima della cottura. Invece, quelli surgelati vengono venduti già a basse temperature e possono essere cotti, fritti o messi a bollire immediatamente.

La regola più importante è quella di non ricongelare un prodotto che era stato messo a congelare e poi a scongelare.

Altra regola fondamentale è quella di consumare i cibi oltre la normale durata di conservazione degli alimenti congelati che variano in base alla temperatura in cui vengono conservati.