03/02/2023
Leasing per protestati: conosciamolo meglio

Leasing per protestati: conosciamolo meglio

Tra le diverse formule di finanziamento che oggi sono disponibili sul mercato economico, il leasing per soggetti protestati o per cattivi pagatori risulta essere piuttosto in voga. Sono finanziamenti destinati a coloro che desiderano avviare un nuovo progetto o affrontare spese particolarmente ingenti, ma che non hanno la possibilità di accedere ai finanziamenti tramite i canali tradizionali a causa dell’iscrizione nel registro Crif dei cattivi pagatori. Nonostante le loro difficoltà di accesso al credito, oggi ci sono disponibili alcune soluzioni di prestiti per protestati. Se ci si dimentica di saldare due o più rate di un finanziamento oppure non si provvede ad un rimborso regolare del prestito, il rischio è quello di vedersi ridotta la propria affidabilità creditizia fino al punto di non poter più fare richiesta di un finanziamento.

Talvolta, anche a causa di un semplice disguido si rischia di compromettere la possibilità di ricevere nuovi finanziamenti. Le due principali formule di leasing disponibili oggi sul mercato sono il leasing mobiliare e il leasing auto. Vediamo le principali caratteristiche di queste due proposte e come funziona il leasing per protestati.

Leasing immobiliare: cos’è e vantaggi

Una delle formule di leasing più in voga al giorno d’oggi è il cosiddetto leasing immobiliare. Si tratta di un’alternativa al classico mutuo per acquisto casa disponibile per tutti coloro che hanno difficoltà ad ottenere la liquidità per l’acquisto di un immobile tramite l’uso dei canali tradizionali. Tramite questa formula di credito è possibile usufruire di un bene, in questo caso del proprio immobile, per un certo periodo di tempo, pagando un canone mensile, ovvero una cifra stabilita in fase di contrattazione.

Al termine di un certo periodo di tempo prestabilito si può riscattare questo bene versando una maxi rata finale e divenendo in questo modo a tutti gli effetti proprietari dell’immobile. A differenza del classico mutuo per acquisto casa, tramite il leasing il cliente ha la possibilità eventualmente di provvedere ad una rinuncia della casa, non versando la maxirata. In questo caso, il bene tornerà nelle mani della banca o della società finanziaria che ha concesso il leasing.

In alternativa, è possibile optare anche per un prolungamento del leasing con delle nuove condizioni al fine di diventare i proprietari dell’immobile in un momento successivo. Il leasing immobiliare è ricco di vantaggi. Anzitutto, è una formula molto comoda per quanto riguarda il piano del rimborso e permette di risparmiare maggiormente sul prezzo dell’immobile rispetto ad un classico mutuo per acquisto casa. Sono previste inoltre delle agevolazioni fiscali del 19% in detrazione sul canone e sulla somma di riscatto.

Il leasing auto per protestati

La seconda opzione per chi fa richiesta di un classico leasing è il leasing per soggetti protestati finalizzato all’acquisto di un’automobile. Si tratta di una formula di credito che permette il noleggio di un’auto a lungo termine, con la finalità di acquistare una vettura, includendo una maxi rata finale per acquistare il bene al termine del piano di rimborso, oppure rinunciarvi, come spiega bene anche il sito Automobile.it, specializzato nel settore delle autovetture. Il leasing auto si divide in due principali sottocategorie, ovvero quello per professionisti, che prevede delle agevolazioni fiscali, e il leasing auto per privati, che ha caratteristiche simili a un classico finanziamento finalizzato. Naturalmente, il leasing per protestati è più difficile da ottenere se il proprio nominativo rimane all’interno del registro del Crif.

Se il proprio nominativo è ancora presente all’interno della banca dati, è possibile tuttavia usufruire di garanzie alternative che possono servire da rinforzo al fine di farsi concedere un finanziamento da un creditore tramite la formula del leasing. Devi sapere che il miglior modo per ottenere un finanziamento leasing per l’acquisto di un’auto è la cessione del quinto, dato che viene offerta la garanzia della busta paga o del cedolino pensionistico.

La cessione del quinto prevede infatti una modalità di rimborso attraverso una trattenuta diretta della rata mensile direttamente sullo stipendio o sull’assegno di previdenza del soggetto richiedente. È un finanziamento molto diverso rispetto al classico leasing auto che implica invece la proprietà immediata del bene e il saldo a rate.