03/02/2023
L'invecchiamento della pelle del viso

L’invecchiamento della pelle del viso

Nessuno di noi sfugge al processo di invecchiamento della pelle del viso anche se tempi e modalità variano da soggetto a soggetto.

Nel corso degli anni, si invecchia a causa di diversi fattori: riduzione graduale dell’idratazione cutanea e dell’elasticità, comparsa di micro-rughe e di macchie iper-pigmentate, ipercheratosi. Oltre all’avanzare dell’età, l’invecchiamento della pelle può essere dovuto a condizioni ambientali o allo stile di vita.

Scopriamo più da vicino le cause, come prevenire l’invecchiamento della pelle con le giuste creme e come restituire al viso freschezza e giovinezza.

L’invecchiamento della pelle del viso: cause

Perdita di elasticità, secchezza della pelle, riduzione del grasso sottocutaneo, comparsa di rughe su fronte, contorno occhi, radice del naso, solco naso genieno, guance, labbra, collo.

L’invecchiamento della pelle del viso è causato da un insieme di fattori:

  • Età. L’invecchiamento riduce l’elasticità della pelle rendendola più fragile e sottile e la produzione di oli naturali e grasso negli strati più profondi rendendola floscia e cadente. Si riduce la produzione di collagene, elastina, acido ialuronico nel derma. In genere, l’invecchiamento cronologico inizia dopo i 30 anni e si manifesta in modo più netto dopo i 40 anni;
  • Esposizione prolungata ai raggi solari. I raggi UV (ultravioletti) accelerano il processo d’invecchiamento causando le rughe precoci in quanto danneggia il collagene e le fibre elastiche presenti nel derma. La pelle, di conseguenza, perde elasticità e forza, diventa cadente;
  • Mimica facciale. L’utilizzo frequente dei muscoli facciali favorisce la formazione di solchi che, col tempo, diventano permanenti;
  • Fumo, che irrita e soffoca la pelle contribuendo notevolmente all’invecchiamento ed alla formazione delle rughe:
  • Inquinamento atmosferico che può diminuire l’ossigenazione della pelle.

Cosa fare per contrastare l’invecchiamento della pelle del viso

Per prevenire o contrastare l’invecchiamento del viso bisogna:

  • Seguire un corretto stile di vita (dieta varia ed equilibrata, almeno 8 ore di sonno per notte, attività fisica regolare, astensione dal fumo);
  • Usare costantemente creme idratanti, specifiche creme naturali e integratori (se la dieta non è abbastanza attenta);
  • Preservare la pelle scegliendo prodotti contenenti sostanze protettive dai raggi solari UVA e UVB.

Creme anti-rughe: gli ingredienti migliori

Riguardo alle creme anti-rughe da utilizzare con costanza, gli ingredienti migliori per ottenere risultati concreti sono:

  • Retinolo, antiossidante composto della vitamina A. La sua funzione è neutralizzare i radicali liberi, le molecole instabili di ossigeno che danneggiano le cellule della pelle portando alla formazione di rughe;
  • Vitamina C, uno dei più potenti antiossidanti, ideale per difendere la pelle dai danni provocati dai raggi solari;
  • Niacinamide, sostanza associata alla vitamina B3, un altro antiossidante che riduce la perdita di acqua migliorando l’elasticità della cute;
  • Estratti di tè verde, oolong (blu) e nero ed estratti di vinacciolo, con proprietà antinfiammatorie e antiossidanti.

Invecchiamento pelle viso: trattamenti e cure mediche per fasce di età

Esistono diversi trattamenti e soluzioni per intervenire sull’invecchiamento della pelle del viso in base a 3 principali fasce di età.

Tra i 25 e i 40 anni si possono eseguire:

  • Iniezioni di botox per prevenire rughe perioculari, frontali e tra le sopracciglia;
  • Iniezioni a base di acido ialuronico per angoli della bocca e rughe naso-labiali;
  • Sedute di Laser Skin Resurfacing per migliorare la texture della pelle, rinnovarla in profondità, correggere imperfezioni (segni di acne, macchie).

Nella fascia di età compresa tra i 40 e i 50 anni si consigliano:

  • Iniezioni di botox anche per correggere le rughe del collo;
  • Iniezioni di acido ialuronico;
  • Lipofilling con cui si preleva grasso autologo e si re-inietta in aree critiche con lassità e perdite di tono;
  • Blefaroplastica per intervenire sulle palpebre cadenti e sulle borse;
  • Lifting leggeri del sopracciglio o cantopessi per uno sguardo più disteso e fresco;
  • Laser CO2 abbinato a Radiofrequenza per il recupero del tono e dell’elasticità della pelle ed eliminare macchie di vario tipo;
  • Cicli di vitamine bio-rivitalizzanti per recuperare idratazione e luminosità del viso.

Tra i 50 ed i 65 anni si interviene in modo più deciso e profondo con:

  • Iniezioni di botox o acido ialuronico per riempire le rughe;
  • Radiesse, filler di ultima generazione che ridefinisce il contorno mandibolare;
  • Mid-Lifting, trattamento di lifting dolce effettuato con la tecnica del Macs Lift da abbinare a lifting del collo innovativi e sempre meno invasivi;
  • Laser CO2 frazionato per migliorare grana e texture della cute eliminando macchie iper-pigmentate.