Il mondo del web marketing non parla d’altro: il sales Funnel, conosciuto più semplicemente come Funnel. È una tecnica di vendita attraverso cui è possibile migliorare la percentuale di conversione del proprio sito di e-commerce. Più conversioni significano maggiori vendite, e maggiori sono le vendite più alte sono l’entrate. Di fatto, il sales Funnel altro non è che il percorso che un utente segue all’interno dell’e-commerce prima di completare l’ordine. Non solo però, perché il Funnel è anche il percorso entro il quale l’utente si muove diventando alla fine non soltanto cliente del sito, ma anche fan e testimonial. Se poi si tratta di un personaggio famoso, ci sono buone possibilità che si trasformi anche in brand ambassador. In italiano, la parola inglese Funnel presenta come significato letterale quello di imbuto. Anche se può sembrare un aspetto secondario, in realtà il concetto di imbuto è un dettaglio chiave di come funziona il sales Funnel. Se vuoi saperne di più leggi qui l’articolo di Mirko Cuneo, esperto in funnel marketing.

Come funziona il Funnel di vendita

Per definizione, un imbuto è uno strumento da cui entra molto materiale ma ne esce poco. Lo stesso concetto può essere applicato al funzionamento del Funnel di vendita: all’inizio entrano nell’imbuto anche migliaia di persone al giorno (i visitatori dell’Ecommerce), ma quelli che arrivano alla fine dell’imbuto (clienti) appartengono a una misura infinitamente minore. È importante all’inizio comprendere come sia normale avere un rapporto tra visitatori e clienti esiguo. Se infatti fosse 1:1 più che di imbuto si dovrebbe parlare di tubo. A cosa serve dunque definire un sales Funnel di successo? Ad aumentare quanto più possibile il numero degli utenti che scelgono di arrivare fino alla fine dell’imbuto (il percorso all’interno dell’e-commerce), spingendoli a compiere l’azione desiderata (l’acquisto di un prodotto o servizio offerto dal negozio online. Riguardo a ciò, è utile individuare due step fondamentali: il primo – quello dell’attenzione – e l’ultimo, che corrisponde invece all’acquisto.

Come costruire un Funnel: quattro fasi chiave

Esistono quattro fasi indispensabili in un Funnel di vendita. È necessario rispettare ciascuna di loro se si vuole costruire un Funnel di successo, in grado di aumentare il tasso di conversione e, di conseguenza, il numero di articoli venduti e le entrate. Il primo step ha per oggetto il riuscire a catturare l’attenzione del visitatore. Esistono diverse strategie per raggiungere questo scopo: la pubblicità di Facebook, un buon posizionamento organico nella SERP, l’utilizzo di Google Ads oppure la condivisione del proprio e-commerce sui social. Una volta creata l’attenzione sul cliente, è indispensabile fare altrettanto concentrandosi sul prodotto.

Il modo più semplice per far sì che l’utente venga attratto dal prodotto o servizio in question è quello di creare un’apposita landing page. La terza fase ha per oggetto aumentare il desiderio dell’utente per il prodotto che si sta cercando di vendere. Una soluzione ideale è far provare una demo gratuita all’utente interessato (come può essere ad esempio l’anteprima di un tema WordPress per un blog o un sito professionale). Il quarto e ultimo step è rappresentato dall’azione finale, trasformare cioè l’utente in cliente: nella maggior parte dei casi basta fare soltanto un’offerta.