Può capitare molto spesso di avere la necessità di richiedere certe somme di denaro in breve tempo. È il caso ad esempio di chi deve far fronte ad una spesa improvvisa o che ha una certa urgenza. In questo caso, richiedere un finanziamento di tipo tradizionale presso una banca o una società di credito locale potrebbe richiedere troppo tempo rispetto a quello che in realtà possiamo permetterci.

Oggi ci sono a disposizione delle soluzioni di finanziamento che sono ideali per chi ha la necessità di richiedere somme di denaro piccole o medie da ottenere anche nell’arco di sole 24 ore rispetto ai prestiti di tipo tradizionale. La richiesta di prestiti immediati o urgenti può prevedere tuttavia alcune limitazioni. Vediamo nello specifico che cosa sono questi prestiti e quali sono i principali aspetti da valutare prima di richiedere un prestito immediato.

Prestiti immediati: cosa sono

I prestiti immediati sono dei finanziamenti che si possono richiedere spesso on-line, la cui caratteristica principale è quella delle tempistiche di gestione della pratica che sono molto brevi e ridotte. Sono dei prestiti che si possono ottenere in modo molto più veloce rispetto alle tempistiche previste per la richiesta e per l’ottenimento di un prestito di tipo standard, ovvero quelli che si possono richiedere allo sportello. Tuttavia, i prestiti immediati oggi prevedono anche delle limitazioni. Queste limitazioni riguardano soprattutto la cifra massima che si può ottenere dalla loro richiesta.

Se con un prestito tradizionale si possono ottenere delle cifre con più zeri, con i prestiti immediati possiamo accontentarci solamente di piccole cifre, dell’ordine di circa 5.000€. I tassi di interesse applicati a questi prestiti, vista la loro rapidità di erogazione, sono molto più elevati del normale. Per ciò che concerne invece la documentazione da dimostrare, questa è uguale a quella prevista per la richiesta di ogni altra tipologia di finanziamento.

Requisiti per accedere a un prestito immediato

I principali requisiti che il richiedente di questi prestiti deve dimostrare di possedere sono quelli relativi alla documentazione da presentare ed allegare alla propria domanda di finanziamento. Nello specifico, occorre disporre della copia di un documento di identità che sia in corso di validità, del codice fiscale o della tessera sanitaria e di un documento o di un certificato che attesti il reddito del richiedente. Inoltre, i soggetti che possono avanzare domanda per questi prestiti devono avere un’età compresa tra i 18 e i 75 anni. Come precisato anche in questo articolo, i 75 anni sono da intendersi come gli anni che i richiedenti dei prestiti devono avere nel momento in cui termina il piano di rimborso del prestito.

Inoltre, occorre essere residenti in Italia da almeno sei mesi e possedere un’entrata mensile fissa e dimostrabile attraverso delle opportune certificazioni. È difficile che vengano concessi dei prestiti immediati a soggetti che sono considerati a rischio di insolvenza, come ad esempio quelli con protesti a carico e i cattivi pagatori segnalati al Crif, ameno che non dimostrino delle ulteriori garanzie che possono differire da una finanziaria ad un’altra. Se vuoi richiedere un prestito da ottenere in poco tempo, puoi visionare il sito web Prestiti Immediati.

Tempistiche previste

Prima di richiedere un finanziamento immediato, dobbiamo capire quanto tempo passa dalla nostra richiesta di prestito al momento in cui il denaro viene erogato effettivamente. Spesso le banche ci chiedono una documentazione completa che non presenti delle incongruenze o degli errori prima di inviare la nostra domanda. Se la nostra domanda è pulita e completa, la risposta può arrivare in tempi anche molto brevi. Di solito, la maggior parte delle società di credito effettuano dei controlli sui documenti presentati e sul passato economico del richiedente.

Se la situazione economica o il passato creditizio del richiedente non dovesse convincere le società di credito, le tempistiche per l’ottenimento di un prestito si possono dilatare anche fino a 72 ore.