19/05/2022
Le lampade a sospensione secondo Karman

Le lampade a sospensione secondo Karman

Lo studio Karman presenta la collezione 2021-22 con un motto “Be Yourself“. Dal 2005 in casa Karman si realizzano lampade originali, uniche, che si distinguono per quel tocco di pazzia che stupisce.

Per il nuovo catalogo lo studio sceglie un’espressione più attuale che mai: Be Yourself è una frase che oggi risuona nei cuori di molti. Stiamo reclamando il diritto di esprimere noi stessi e la nostra personalità e la luce può aiutarci a farlo.

Oggi andiamo ad analizzare tre lampade a sospensione che Karman ha progettato per tradurre in pratica questa idea. Si tratta di tre oggetti unici, che raccontano storie di mondi lontani.

Vedremo:

  • Sibilla: detta “la voce della luce” è una lampada a sospensione criptica come le sibille a cui si ispira;
  • Circus: una lampada che ricorda i tendoni colorati, i suoni dei cembali e l’odore acre delle fiamme;
  • Stralunata: la lampada morbida, che illumina dolcemente l’ambiente riproducendo il riflesso della Luna.

I verbi che hanno guidato la creazione di queste lampade sono quelli che ispirano tutti i prodotti firmati Karman: Essere, Stupire e Creare.

Sibilla: la voce della luce

Sibilla è una lampada a sospensione che rende contemporaneo un mito di duemila anni fa. Da uno stelo centrale in ferro si diramano bracci orizzontali e verticali. Sulle estremità dei bracci ci sono delle calotte diffondenti. La luce parte da un unico punto per poi diffondersi in tutte le direzioni, quasi come se fosse un’onda sonora.

Le sibille erano quelle figure che venivano interrogate per ottenere predizioni e responsi sul futuro. Guardando Sibilla da diverse angolazioni ci si accorge di come generi forme criptiche, quasi magiche, certamente geometriche. Gli “occhi” delle calotte diffondenti sembrano guardare il mondo in ogni suo angolo e lo spazio è inondato dalla luce senza lasciare zone d’ombra.

Sibilla è consigliata per stanze medio-ampie. La lampada a sospensione è disponibile in due colorazioni, bianco e nero, e in due composizioni modulari da scegliere in base alla grandezza dell’ambiente da illuminare. I designer di Sibilla sono Luca De Bona & Dario De Meo.

Circus: la lampada a sospensione che ti riporta lì

Circus nasce dai ricordi di Edmondo Testaguzza e Matteo Ugolini.

Edmondo descrive Circus così: “Rivedo ancora quei poster pieni di colori. Trapezisti volteggiare leggeri nell’aria. Respiri trattenuti e sospesi per un tempo infinito. Un clown innamorato sparare tra le stelle la sua donna. L’oro e l’argento dei costumi sgargianti. Sputafuoco e l’odore acre delle fiamme. I suoni di un’orchestrina riecheggiare ancora vivi. Tutti racchiusi in quel fantastico tendone rigato di un Circo“.

Nel concreto si tratta di una lampada a sospensione in vetro opaco che mima le pieghe tipiche del tendone del circo. La sorgente è un LED dalla temperatura colore medio-bassa, ma si può anche scegliere un’alternativa a incandescenza o alogena in base alla stanza che si deve illuminare. In ogni caso la distribuzione della luce nel corpo illuminante si concentra sulla parte inferiore, ricordando effettivamente il modo in cui vengono illuminati i tendoni del circo.

Circus è disponibile in tre forme diverse e se ne consiglia l’utilizzo in gruppo scegliendo tutti e tre i modelli, soprattutto se si devono illuminare grandi ambienti.

Stralunata: un riflesso semplice e morbido

Stralunata è una lampada a sospensione Karman firmata da Matteo Ugolini. Si ispira alla Luna e ai suoi riflessi lattiginosi. La lampada è composta da due parti: un cono nero in cui è custodita la sorgente di luce e un disco bianco su cui essa si riflette diffondendosi.

Il fascio va dunque dal basso verso l’alto e la lampada lo ammorbidisce distribuendolo su tutto lo spazio senza contorni netti. Può essere dunque utilizzata da sola per piccoli ambienti o in gruppo per illuminazioni più complesse. Stralunata è disponibile in 4 grandezze diverse, è fatta interamente di metallo e monta sorgenti di luce a LED.

Leggi anche l’articolo: