Chi non usato una connessione WiFi almeno una volta nella sua vita?

Potrebbe capitare però, (anzi, capita molto spesso) di rimanere senza wifi e non sapere come fare per risolvere il problema. Le motivazioni di un mal funzionamento del wifi possono essere molteplici e, in questo articolo, cercheremo proprio di capire cosa fare se il wifi non c’è, quindi come muoverci per riuscire a sfruttare una connessione gratuita.

Rimanere senza wifi: cause e soluzioni

Tra le diverse cause che potrebbero portarvi a rimanere senza wifi, troviamo per esempio la possibilità di sovraccarico della rete; ancora, un wifi instabile o assente potrebbe essere dovuto a classici problemi di connessione, a un’alimentazione del wifi non sufficiente, ma anche un errore nostro dovuto alla connessione al wifi sbagliato.

Infine, anche un momentaneo aggiornamento di firmware o driver di rete potrebbe far rimanere senza wifi. Quindi, come avete visto, le cause possono essere molteplici, ma vediamo ora le soluzioni e, quindi, cosa fare se il wifi è assente.

Uno dei casi più frequenti di wifi poco (o per nulla) funzionante, riguarda il sovraccarico della rete. Ad esempio, se in casa vostra avete una rete wifi, il motivo di una connessione debole o addirittura assente potrebbe essere dovuto ad un’eccessiva quantità di dispositivi connessi. Provate, per esempio, ad immaginare di invitare a casa vostra amici e parenti per una festa di compleanno, oppure durante le festività natalizie. Molti di loro, magari, vi chiederanno di utilizzare il vostro wifi per non dover sprecare i dati della loro connessione, ma questo potrebbe portare ad un mal funzionamento del wifi stesso; questo accade perché, man mano che la gente si collega, la larghezza di banda disponibile per ogni singolo utente diminuisce.

Un’altra cosa da fare se il wifi assente, sempre in ambito casalingo, è il mantenimento della fonte del vostro wifi il più lontano possibile da altri dispositivi. Nel caso in cui, quindi, doveste notare che il vostro wifi non funziona (o funziona poco) ma non ci sono più di due o tre dispositivi connessi, allora potete fare in modo di tenere lontano il vostro modem o router da dispositivi come telefoni cordless o forni microonde, le cui onde radio emesse possono appunto interferire con la vostra rete wifi e disturbare la connessione.

Attenzione però! Questo non significa che dovete nascondere il vostro router e metterlo in punto particolarmente isolato della casa, altrimenti otterrete l’effetto contrario; una buona soluzione può essere quello di cercare un punto elevato in cui appoggiarlo, così da evitare l’interferenza con onde radio di altri dispositivi presenti a casa vostra.

Se, poi, dovessi trovarti fuori casa e non riesci a connetterti alla rete wifi, magari di un negozio, un centro commerciale oppure di un’area particolare di una città, potrebbe sembrare banale ma c’è la possibilità che tu abbia inavvertitamente cliccato su un wifi sbagliato e, di conseguenza, ti venga comunicato che la password inserita non è corretta.

Ma c’è ancora un ultimo caso di cui bisogna tener conto nel caso in cui si resti senza wifi nella propria abitazione. Vi potrebbe difatti capitare che la connessione continui a disconnettersi o che questa sia molto debole e discontinua, causando quindi un caricamento molto lento delle pagine web o di qualsiasi applicazione o strumento online voi stiate utilizzando. Il nostro consiglio in questo caso, se la soluzione non rientra fra nessuno dei casi esposti finora, è quello di provare ad aggiornare i driver di rete. Ancora, in alternativa, il problema potrebbe risiedere in un firmware ormai datato oppure danneggiato. Nel primo caso, l’unica cosa che potete fare è tentare un aggiornamento di questa parte di software che si trova all’interno del router ma, se non siete in grado di farlo da soli, vi consigliamo di rivolgervi direttamente a un tecnico, che sarà in grado di aiutarvi e, eventualmente, indirizzarvi verso l’acquisto di un router più recente e performante.

Un ultimo consiglio, prima di concludere: se nessuna delle soluzioni di cui vi abbiamo parlato finora funziona e continuate quindi a rimanere senza wifi, provate a cambiare il numero del canale wifi. Farlo non dovrebbe essere complicato, nemmeno per coloro che non sono molto esperti a livello tecnico con i PC. Vi basterà infatti cercare la dicitura “canale” o “canale wireless” all’interno delle impostazioni del vostro computer e alla voce “configurazione del router”. A quel punto, scegliete uno dei canali proposti e controllate se il wifi torna funzionante.