Ogni giorno, uomini e donne vanno incontro all’invecchiamento cellulare: è il naturale scorrere del tempo. Tuttavia, in alcuni casi, parliamo di invecchiamento precoce, che compromette le cellule. Arrestare l’invecchiamento non è possibile: l’elisir di lunga vita non è stato ancora inventato! In ogni caso, però, possiamo prevenire l’invecchiamento cellulare, rallentandolo. Tutto comincia con il nostro stile di vita: alimenti e attività fisica.

Le cause dell’invecchiamento precoce sono da rivedere nelle nostre scelte giornaliere: uno stile di vita errato, un consumo eccessivo di alcool e tabacco, un periodo di stress che dura da troppo tempo. Anche i fattori esterni influiscono, come per esempio l’inquinamento atmosferico. Le conseguenze di invecchiare precocemente mettono a dura prova il nostro organismo.

Numerosi sono gli alimenti che dovremmo portare in tavola contro l’invecchiamento cellulare. Al giorno d’oggi, la letteratura scientifica sull’alimentazione ci spiega come mangiare in maniera equilibrata, introducendo nutrienti preziosi. Ricette anti aging, dieta anti invecchiamento, alimenti da eliminare perché fanno venire le rughe, consigli su come davvero migliorare la propria qualità della vita.

Teniamo presente che a una buona alimentazione va affiancata l’attività fisica: i sedentari invecchiano molto prima. La buona salute sta nel mezzo: nel non vietarsi qualche vizio a tavola né fare eccessivamente sport. Qual è l’alimentazione migliore?

Alimenti contro l’invecchiamento: cosa integrare nella dieta

Cominciamo dalle verdure: sulle nostre tavole, diventano un contorno scontato. Invece, dovrebbero essere al centro del menù: non è un caso, infatti, se la dieta migliore anti aging è quella vegetariana. Le verdure sono ricche di vitamine, sali minerali: fitonutrienti che ci permettono di fare il pieno e di curare la nostra pelle, prevenendo le rughe.

Non possiamo eliminare alcuni grassi dal nostro regime alimentare: i grassi buoni, come per esempio i grassi monoinsaturi, che si trovano nell’olio extravergine di oliva, o i grassi polinsaturi, omega 3. La dieta anti invecchiamento precoce si basa principalmente sull’assumere degli ingredienti che offrono proprietà antiossidanti e protettive. A tutti gli effetti, contrastano i radicali liberi.

Sono importanti anche i legumi, la frutta, le uova, il fegato e i latticini. Un posto d’onore nella dieta anti aging è affidato al pesce, che permette di assumere minerali, vitamine e proteine (ad esempio il salmone è un pesce molto indicato perché ricco di vitamina B3. Se vuoi approfondire, leggi anche Vitamina B3 a Cosa Serve). Inoltre, è molto ricco di acidi grassi polinsaturi, definiti gli acidi grassi essenziali. Per una corretta alimentazione, dovremmo mangiare almeno 3 pasti principali, accompagnati da spuntino e merenda; 2 porzioni di verdure e 3 porzioni di frutta, 3 porzioni di pesce a settimana, usare spezie, condire con olio evo, evitare bevande zuccherate e bere almeno 2 litri di acqua.

Invecchiamento precoce e attività fisica

La scienza supporta l’idea secondo cui l’attività fisica praticata con regolarità ha effetto sull’invecchiamento precoce, contrastandolo. L’attività fisica previene la senescenza cellulare dei leucociti ed offre benefici a livello metabolico, emodinamico, anti-infiammatorio.

Fare attività fisica ci permette di aumentare la produzione dell’enzima telomerasi. Il telomero è una componente del cromosoma composto di DNA con un ruolo fondamentale nel contrastare la perdita di informazioni quando i cromosomi si duplicano. Senza i telomeri, la replicazione del DNA causerebbe perdita di informazioni genetiche e questo sembra ormai essere connesso strettamente all’invecchiamento cellulare dell’organismo.

L’attività fisica interviene nel processo di telomerasi e per questo viene definita un’ottima alleata per l’allungamento della vita.

Ricordiamo che l’attività fisica può essere svolta a qualsiasi età e ciò che è importante non è tanto la quantità o difficoltà degli esercizi che vengono svolti quanto la costanza e la regolarità. Una passeggiata di pochi chilometri al giorno possono davvero costituire l’elisir di lunga vita che tutti vorrebbero!