30/09/2022
SUDORE ECCESSIVO? ECCO COME FUNZIONA IL BOTULINO

SUDORE ECCESSIVO? ECCO COME FUNZIONA IL BOTULINO

Il caldo, il sole, il mare: l’estate piace a tutti! Ma se da un lato c’è tutto il bello della stagione più attesa dell’anno, dall’altra c’è anche il brutto come ad esempio le, a volte insostenibili, alte temperature. In particolare quando fa davvero troppo caldo a presentarsi è il problema della sudorazione eccessiva.  Più difficile poi diventa sopportare l’estate se si suda più del normale e il sudore diventa un vero e proprio ostacolo nella vita di tutti i giorni. In questi casi parliamo di un disturbo particolare noto come iperidrosi.

L’IPERIDROSI, QUESTA SCONOSCIUTA

Si tratta di una problematica che può interessare uomini e donne e tende a manifestarsi già in fase adolescenziale. “Iperidrosi” ossia sudorazione eccessiva e anomala e possiamo definirla tale proprio perché ciò che la contraddistingue da una sudorazione, per così dire, “normale” è una quantità superiore alla norma di sudore e il suo manifestarsi in qualsiasi periodo e momento dell’anno. Insomma che faccia caldo o freddo non conta. Si suda!

Le cause all’origine dell’iperidrosi possono essere diverse. Si parla di iperidrosi primaria quando è determinata da un fenomeno idiopatico o di iperidrosi secondaria quando invece è manifestazione di un processo patologico. La sudorazione eccessiva infatti può essere causata da patologie come l’ipertiroidismo, obesità, terapia ormonale o alterazioni endocrine come la menopausa).

In casi particolari poi la sudorazione eccessiva è accompagnata da bromidrosi ossia cattivo odore o da cromoidrosi vale a dire un sudore colorato che tinge di giallo i vestiti con cui viene a contatto.

L’iperidrosi può interessare diverse zone del nostro corpo. Non parliamo solo delle tipiche aree in cui si presenta in situazioni “normali”: mani, ascella, fronte, collo. La sudorazione anomala può infatti estendersi anche in altre zone come gambe, piedi, cosce e il viso in generale.

L’iperidrosi pertanto rappresenta un notevole ostacolo alle relazioni sociali e perciò chi si ritrova a fare i conti con questa patologia è costantemente alla ricerca di una soluzione. Eccola di seguito!

IL BOTULINO FA MIRACOLI!

C’è chi si affida ai trattamenti “fai da te” come l’utilizzo di antitraspiranti a base di cloruro di alluminio applicati nelle zone in cui si presenta l’eccessiva sudorazione o assumendo particolari farmaci per periodi prestabiliti; e poi c’è chi deve necessariamente affidarsi ad altro per porre fine al suo problema di iperidrosi.

In particolare, per questi ultimi, c’è un rimedio che offre risultati ottimali in poco tempo e che non toglie spazio agli impegni quotidiani:  come ad esempio il trattamento di botulino. La procedura offerta dalla medicina estetica consente infatti di porre un freno alla sudorazione eccessiva in una o più sedute di botulino eseguite durante l’anno.

Questa sostanza infatti agisce come inibitore della funzionalità delle nostre ghiandole sudoripare, evitando in questo modo che il sudore continui ad invadere il corpo in qualsiasi momento. Più precisamente, il caro botulino blocca il rilascio dell’acetilcolina, responsabile della trasmissione dell’impulso nervoso alla ghiandola sudoripara, riducendo così la produzione del sudore.

Ma come si svolge la seduta del trattamento?
Il botulino per l’iperidrosi agisce a livello locale laddove la sostanza è infiltrata. Per iniettarla non si ricorre ad una anestesia e si utilizza un ago di ridotto spessore. La seduta, in ambulatorio, dura circa 30 minuti e una volta conclusa, basterà attendere qualche giorno per constatare l’effettiva assenza di sudore nelle zone del corpo dove prima era costante.

VI ricordiamo però che non stiamo parlando di una soluzione definitiva al problema della sudorazione. L’effetto del botulino svanisce infatti dopo diversi mesi. Potete però sottoporsi nuovamente al trattamento nel corso dell’anno. In questo modo si prolungheranno i risultati.  Un rimedio che può cambiare il proprio modo di vivere: è il momento di dire basta al sudore con il botulino!